Vincitori del Concorso 2017

PRIMO PREMIO

Io sono vivo

C’è stato un tempo in cui tu mi rispettavi,

mi appoggiavi, mi lodavi

Poi mi hai rinchiuso, catturato, violentato.

Ho bisogno di fuggire, di volare, di manifestarmi, di esser libero.

Non farò come la mia natura,

non rimarrò fermo, ma

rifletterò,

agirò,

camminerò,

combatterò.

Ho visto la dignità dell’essere venir oppressa

Ho visto bambini Gridare

Ho visto madri Urlare

Ho visto padri Piangere

Ho visto uomini Pregare

La voce è il mio riflesso opposto,

la mia espressione rivelatrice,

la mia arma.

Camminerò su questo tempo

e finalmente mi sentirai

perché io sono vivo.

Alessia Chiorlin 03/11/1999

———————

SECONDO PREMIO

 URLA DI SILENZIO

Urlo, ma nessuno mi sente.

Urlo, urlo, urlo, ma non percepisco la vibrazione della mia voce.
Urlo con tutte le mie forze. Non è un urlo, quello che esce.
Non è nemmeno un sussurro, un soffio o un lamento.
È silenzio, solo silenzio.
Posso sforzarmi, posso farlo ancora, posso farlo fino a non respirare più.
Ma nessuno mi sente, nessuno mi salva
Da questa – società
Che mi ha tolto la voce e che
Vuole togliermi anche le idee.
Ma le idee volano veloci e
Si moltiplicano come – virus.
 Elisabetta Orrico 31/07/1999
—————–

TERZO PREMIO

È tanto sbagliato credere in un futuro migliore?

Un famoso fisico nucleare, meglio noto come Edward Teller, un giorno disse:

“L’arma migliore di una dittatura è la segretezza, l’arma migliore di una democrazia è la trasparenza”

Ma, oggi come oggi, possiamo realmente parlare di trasparenza? No.

In un mondo corrotto, come il nostro, di tutto si può parlare meno che di trasparenza. Affidiamo il governo del nostro Paese in mano a persone che pensano solo ai propri interessi personali, ma siamo sicuri che i valori fondamentali della democrazia siano ancora in vigore? Basta riflettere pochi minuti per giungere alla conclusione e risponderci da soli a questa domanda. Il problema  che la colpa è anche e soprattutto nostra, che spesso tacciamo davanti a fatti inammissibili e che ci preoccupiamo poco, troppo poco, del destino di questo Paese. Bisogna interessarsi di più, informarsi e “alzare la voce” quando qualcosa non ci sta bene, bisogna farsi sentire e non ignorare i problemi che ci affliggono. Viviamo tutti un’unica triste realtà e solo insieme si può cambiare tutto, gli sforzi di tutte quelle persone che hanno lottato e creduto nella democrazia e che sono persino morte per assicurare ai propri figli o nipoti o anche solo alle generazioni future un mondo migliore, non devono esser dimenticati, vanno ricordati e soprattutto bisogna cercare di “seguire le loro orme”.

Non bisogna sottomettersi ai potenti, bisogna cercare qualcuno che ci rappresenti e non che prenda decisioni al posto nostro o che segua solo i suoi interessi personali. Tutti dovremmo prenderci un impegno civile per noi stessi e prendere coscienza del reale significato della parola democrazia, che non corrisponde sicuramente alla realtà che siamo abituati a vivere ogni giorno.

 Non bastano belle parole o bei discorsi, fino a quando tutti non si convinceranno che si può, anzi si deve, far in modo che le cose cambino, tutto è destinato a rimanere così com’è. Ma è davvero tanto sbagliato credere e sperare in un futuro migliore dove non ci siano più oppressori tanto meno oppressi? Penso di no, ma dovrebbero crederlo tutti.

Sara Torresi  22/04/2000

——————-

PREMIO MIGLIO LIBRO/scrittore

Guido Caldiron con il libro WASP
———————-

PREMIO MIGLIOR REGISTA

“Bandite” di Alessia Proietti e Giuditta Pellegrini

————————-

PREMIO MIGLIOR ARTISTA/gruppo artistico

Margine Operativo
————————-

PREMIO MIGLIORE ASSOCIAZIONE

Cittadini del Mondo
———————-

PREMIO SPECIALE

Aboubakar Soumahoro – Responsabile nazionale  immigrazione USB
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

5° Concorso Roberto Scialabba

Mandaci un racconto, una storia, una poesia, un fumetto, una vignetta. Contribuisci a mantenere viva la memoria.Rilancia i valori della democrazia, dell’impegno civile e dell’antifascismo.

loc-robIl silenzio, dicono, è la voce della complicità.
Il silenzio urla.
Il silenzio è il nostro messaggio,
Così come il fare nulla è un’azione.

Gridate a voce alta chi siete
in ogni parola e in ogni atto.
Sì, diventate quello che siete.
Non potete schivare il vostro essere
o la vostra responsabilità.

Voi siete le vostre azioni.
Voi siete il risultato delle vostre azioni.
Diventate il vostro messaggio.

LEONARD PELTIER, attivista statunitense per i diritti dei nativi americani. Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Vincitori del Concorso 2016

PRIMO PREMIO

La Lotta Continua 

Non conosco l’indifferenza
il più atroce dei crimini
nemica della democrazia.
Conosco la lotta quotidiana 
chiamata vita
di chi sogna insieme
e non viene piegato.
Disprezzo 
chi ha l’anima nera
e chiama coraggio
una violenza cieca e folle.
Sono convinto 
che le idee non si spezzino
resistono alla morte
e colorano 
di rosso 
l’alba di ogni giorno.
Matteo Svolacchia 24/01/96 
———————

SECONDO PREMIO

UN MONDO IMPROBABILE, MA NON IMPOSSIBILE

C’era una volta un mondo diverso da quello che conosciamo. Era un mondo dove non esistevano i ricchi ed i poveri, dove “sviluppo” non era sinonimo di “sfruttamento” ma un qualcosa che si aspettava con speranza, la promessa di una società migliore. Un mondo bellissimo perché ci si meravigliava di poco, perché tutto era ancora da scoprire e le persone erano uguali. Non esisteva il disprezzo per ciò che era diverso, non aveva importanza in cosa credevi, da dove venivi, di che colore avevi la pelle e chi amavi. Un mondo dove le persone non rincorrevano le cose materiali dove tutto doveva servire per forza a qualcosa. La ricerca, le nuove scoperte non servivano a creare delle invenzioni, viste da alcuni come “nuove tecnologie” e da altri come “nuove condanne”, ma semplicemente per conoscere il nostro mondo, il posto che ci ospita e tutto ciò che di bello che può esistere. Questo mondo c’era una volta. Esisteva nell’immaginazione delle persone, dava loro speranza e faceva credere nella possibilità di una vita migliore. Ora questo mondo non c’è più, rimane solo nella mente di quelle posche persone che non si arrendono a principi come il consumismo, che non vogliono essere solo una goccia d’acqua nell’oceano. Si trova in quelle persone che decidono di essere diversi e di lottare per le proprie idee e la felicità di tutti. In un mondo in cui le persone si muovono per inerzia bisognerebbe che tutti capiscano che non ha senso vantarsi di essere una civiltà tanto “evoluta” se poi siamo cechi per vedere cose più ovvie, se non ci importa della sofferenza altrui ed invece di porgere una mano a chi ha bisogno di aiuto lo spingiamo ancora di più verso il fondo. Come facciamo a dire di esserci evoluti se chiudiamo le frontiere agli immigrati che affrontano nel mare il pericolo di morire per sfuggire ad una morte certa? Come facciamo a vantarci della nostra “mentalità aperta” se ci rinchiudiamo nella nostra scatola per non accettare ciò che è diverso? Forse dobbiamo accettare che fin qui gli uomini si sono solo sviluppati, e mai davvero evoluti. ù
PAVIA DOMITILLA 01 – 09 – 1999
—————–

TERZO PREMIO

La paura non ti ha
Se tu la tieni per mano
Se tu sai farne uno scudo
Se tu sai farne una spada
Non ti ha, la paura.
Se ti sparano addosso
Prendila per mano
Fanne scudo fanne spada
Trasformala in memoria
Raccontala a chi verrà
Così non ti avrà, la paura.
Cecilia Budoni
———————-

PREMIO SPECIALE

Ricordi intrecciati (racconto)
Silvio Marconi
——————-

PREMIO MIGLIO LIBRO

Il combattente di Karim Franceschi
———————-

PREMIO MIGLIOR REGISTA

Giancarlo Bocchi con Il Ribelle
————————-

PREMIO MIGLIOR ARTISTA

Muro del Canto
————————-

PREMIO MIGLIORE ASSOCIAZIONE

Baobab
———————

PREMIO SPECIALE

Teresa Vergalli – Staffetta Partigiana
Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

4° Concorso Roberto Scialabba 2016

loc roberto scialabbaMandaci un racconto, una storia, una poesia, un fumetto, una vignetta. Contribuisci a mantenere viva la memoria.Rilancia i valori della democrazia, dell’impegno civile e dell’antifascismo.

« Non è affatto vero che io non credo nel progresso, io credo nel progresso. Non credo nello sviluppo. E nella fattispecie in questo sviluppo. Ed è questo sviluppo che da alla mia natura gaia una svolta tremendamente triste, quasi tragica.»

Pier Paolo Pasolini


Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

vincitori del concorso letterario edizione 2015

PRIMO PREMIO

La storia siamo noi

luce dopo le tenebre,

un sospiro alle urla crepitanti.

All’alba si svegli un nuovo mondo … silente.

E’ davvero tutto come ci viene insegnato?

un grido si distingue tra gli altri.

ricorda in come credi

e non arrenderti mentre tutto crolla.

Perchè solo così avrai il coraggio

di affrontare questo lungo viaggio.

a cura di martina Bottoni, Maristella Cianchini, Mariasole Nespoli, Eva Nizi (1° A Liceo Scientifico Teresa Gullace)

SECONDO PREMIO

disegno

Concorso Scialabba Disegno

a cura di Federico Molfetta, Alfonso maiorca, Attura, Giacomo Marone, Francesco Ferracuti, Vicent Coletta (1° A Liceo Scientifico Teresa Gullace)

TERZO PREMIO

fumetto

Lillina Partigina tav1

lillina partigina tav2

(Federico Lancialonga per i testi e Viola Paolinelli per i disegni) Liceo Cornelio Tacito

———————-

premio storico della resistenza: Davide Conti

Premio film: “Qui” di Daniele Gaglianone

premio associazione: Comitato Madri di Roma Città Aperta

premio personalità dello sport: Lenny Bottai – pugile

premio speciale: Nunzio D’Erme – csoa Corto Circuito

 

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

3° Concorso letterario “Roberto Scialabba”

loc robMandaci un racconto, una storia, una poesia e contribuisci a mantenere viva la memoria: rilanciare i valori della democrazia, dell’impegno civile e dell’antifascismo.

“Picchia, picchia ancora, non muoio facilmente. Nel forno la mia cenere diventa brace…” Sakine Cansiz

Tratto dal libro “Tutta la mia vita è stata una lotta” I volume di Sakine Cansiz, tra i fondatori del PKK (Partito dei Lavoratori del Kurdistan), assassinata il 9 gennaio 2013 insieme a sue due compagne Fidan Dogan e Leyla Soleymez nell’Ufficio di Informazione del Kurdistan a Parigi Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

POESIA VINCITRICE DEL 2° CONCORSO LETTERARIO ROBERTO SCIALABBA

2s aprile25Rise del bello, amò i perdenti

prezioso come il vento estivo;

mise il coltello fra i denti

e prima dei venti

morì da vivo.

e la morte è un’illusione

la ma lasorte commare

di chi si ribella, di chi non è servo

se non di passione

che smuove il mare.

volle buttare giù il podio

che è nemico di Verità

scrivo una lettera d’odio

per te che odi

la mia libertà.

pensare è una vela nel tempo

pensare è la vostra croce.

nessuno conosce

più cose del vento

il vento che ha

la nostra voce.

Moris Gola

ALTRI PREMIATI

2° Premio

Le due mani di Giorgio di Enrico Grimaldi 

3° Premio

Dire,Arte di Sepehr Khalili

————————————–

PREMIO MIGLIOR FILM DOCUMENTARIO

Ponte Galera –  Marco Casciani e Maurizio Tafuro

PREMIO MIGLIOR ARTISTA

Tamara Bartolini e Michele Baronio

PREMIO MIGLIOR LIBRO

I denti del drago – Saverio Ferrari

PREMIO MIGLIORE REALTA’ IMPEGNETA NELLA MEMORIA DELL’ANTIFASCISMO

Antonio Parisella – Museo storico della Liberazione di via Tasso

PREMIO SPECIALE

Paolo Morettini – Partigiano

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento